June 4, 2014
Oroblu: Lingerie dall’alta qualità ed eleganza

Che tipo di Donna sei? Semplice, Raffinata, Sensuale, Riservata?
Con l’intimo Oroblu troverai ciò che cerchi. Ti sentirai te stessa ma sempre elegante in ogni momento della giornata. Trasforma gli accessori della tua vita in dettagli che parlano di te. Acquista Oroblu.

Oroblu

Bambina, adolescente, ragazza, moglie, mamma, nonna, sono tutte Donne con la d maiuscola.
Esaltare la loro bellezza, avvolgere le loro forme, fondere in loro dettagli preziosi, Oroblu capisce le donne; sa come renderle felici, eleganti e raffinate in ogni momento della giornata, in ogni occasione.
Qualità ed eleganza non passano mai di moda, ma il cercare di adattare il fascino alle diverse personalità, quello si che è difficile.
L’intimo Oroblu ci riesce a pieni voti, frutto di anni di esperienza e passione. Non si tratta più di indossare accessori, ma di dettagli, dettagli che creano la vostra vita, il vostro modo di vivere e affrontare la giornata.

Nella vita siete protagoniste o spettatrici?

Non lasciate che lo stress del lavoro, una brutta giornata, il matrimonio, l’abitudine della quotidianità, vi permetta di non curare il vostro aspetto esteriore.
E’ scientificamente provato che un giusto abbinamento incentiva il buon umore, proviamo a pensare cosa potrebbe fare un giusto completino intimo?
La donna dovrebbe essere sempre elegante, anche nell’intimità di casa. Per questo il marchio Oroblu da sempre si occupa del mondo femminile, introducendo un’ampia offerta di prodotti pensati per le donne di tutte le età e stili. Calze, collant, bodywear e costumi da bagno, 100% Made in Italy.
I tessuti dell’intimo Oroblu sono i più pregiati a livello commerciale con una comodità raffinata, dal design morbido e delicato e, si abbinano ad un alto rapporto qualità/prezzo.
Materiali innovativi, intuizione sui desideri delle donne, e qualità italiana imbattibile, sono i veri punti di forza dell’azienda.

oroblu_intimo

Lo sapevate che….

Oroblu fa parte di CSP ovvero dell’International Fashion Group s.p.a., azienda leader nel settore di calzetteria ed intimo femminile dal 1973. CSP oltre Oroblu, commercializza brand dal calibro di Gruppo le Bourgert e Well (Francia), Lepel, Liberty e Cagi.
Potrete trovare l’intera collezione di Oroblu sull’official store www.myboutique.it/oroblu.html.
Registrati sul sito ed effettua il Login, troverete capi dell’ultima collezione a prezzi convenientissimi poiché, la vendita dell’intimo Oroblu avviene direttamente dal produttore, senza passare per intermediari.
Inoltre, il pagamento può avvenire tramite carta di credito, paypal o bonifico bancario in maniera del tuttosemplice e sicura. Per qualsiasi chiarimento il Numero verde 800 140 614 è sempre attivo.

Approfitta dell’offerta, la spedizione in tutta Italia è gratuita.

Indossa Oroblu, cambia umore alla tua vita.

Fonte: MyBoutique

May 26, 2014
Plugin Magento: Compra online i servizi specifici per la piattaforma.

n questo momento, In Italia si sta parlando molto di e-commerce non solo per le grandi aziende ma anche per le PMI. Questo avviene sia perché i mercati ‘classici’ sono in forte difficoltà sia perché, viceversa, il settore del commercio on-line sta dando negli ultimi anni segni fortemente positivi in termini di crescita e diffusione settoriale. Abbiamo chiesto a Massimo Tegon esperto di vendite online e Presidente di Marketing Informatico® (società di consulenza web marketing), perché la sua società ha aperto Magento Store Manager: un e-commerce di e-commerce! In pratica un sito online per vendere servizi e prodotti a chi fa e-commerce.

magento-store-manager

Domanda: a che punto siamo in Italia con l’ E-Commerce?
Risposta: partiamo dagli ultimi dati italiani disponibili! Nel 2013 (secondo Netcomm) le vendite online hanno generato in Italia oltre 13 miliardi di euro con un tasso di crescita stabile negli ultimi 5 anni del 18%. L’abbigliamento rappresenta il 10% ed è il settore che cresce di più (+30%): ha superato il tasso di crescita dell’informatica. I primi 20 eCommerce italiani fanno il 70% del fatturato totale italiano: 15 sono di servizi (assicurazioni, viaggi e ricariche per esempio) e solo 2 dell’abbigliamento (Yoox e Privalia).

Domanda: perché aprire un ecommerce come Magento Store Manager, dedicato solo a Magento e non a tutti gli e-commerce?
Risposta: oltre alle attività classiche di web marketing, ci occupiamo sempre di più di Consulenza Magento e di Operatività per lo sviluppo delle Vendite. Abbiamo deciso, dati alla mano, di creare una divisione specialistica per fornire, alle aziende e alle software house impegnate nei progetti Magento, un gruppo di persone iperspecializzate e un sito dove comprare “competenza, plugin, hosting, servizi”. Perché Magento è … Magento!

Domanda: Capiamoci meglio! Com’è nata l’idea?
Risposta: lavorando come formatore e consulente per numerosi clienti, in Italia, ho visto progetti sviluppati con tantissime piattaforme. Fra tutte il software che risulta più usato nel mondo, dai dati statistici in nostro possesso, attualmente è Magento, la piattaforma open source che appartiene a eBay (proprietaria anche di PayPal).

In Italia non c’era un’azienda in grado di erogare un servizio completo di marketing informatico, con la conoscenza dei Plugin, delle attività Sistemistiche, dell’Analisi dei dati, insomma un vero “progetto Magento chiavi in mano”. Questo ha portato alla nascita di Magento Store Manager.

Rispetto ai concorrenti diretti Magento è stata la prima piattaforma che è nata per fare e-commerce e che è stata sviluppata in modo da poter evolvere continuamente, senza avere impatti troppo grandi con il “core” del programma. Ciò significa che il software è scalabile e cresce con il crescere delle esigenze del proprietario del sito. Rispetto ad altri software, inoltre, ha avuto la fortuna di “trovarsi nel posto giusto al momento giusto” e intorno a Magento sono nati migliaia di plugin, sviluppati da software house di tutto il mondo che ne migliorano le prestazioni.

Ciò significa che, se partiamo con un progetto che prevede l’uso esclusivo della versione base (la community edition), possiamo aggiungere “un pezzo software”, ad esempio un plugin per l’ottimizzazione nei motori di ricerca, sviluppato appositamente. Oppure possiamo installare un altro plugin per migliorare il motore di ricerca interno del sito, oppure possiamo inserire nel processo di login l’uso degli accessi Facebook, per permettere ai clienti di loggarsi senza dover ricordare un’ennesima password.

Rispetto ai suoi concorrenti Magento può vantare inoltre un proprietario “abbastanza conosciuto nel mondo” che si chiama eBay, l’azienda che consideriamo universalmente come una delle migliori per le vendite online. Nel tempo eBay ha acquisito anche PayPal, un sistema di pagamento alternativo alle banche (molto utilizzato nel mondo) che, stranamente, non è stato acquisito da nessun circuito mondiale proprietario di carte di credito tipo American Express, Mastercard o Visa. Ebay ha visto lungo ed oggi non solo è proprietaria del sito che vende di più al mondo, ma anche di una piattaforma e-commerce e di un circuito di pagamento.

Domanda: Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della piattaforma Magento?
Risposta: partiamo dagli svantaggi. Per usare Magento bisogna conoscerlo molto bene, altrimenti si creano dei veri e propri “aborti”. Per esperienza ho visto siti strutturati da persone che non conoscono Magento e a livello di multishop / prodotti / attributi hanno creato siti assolutamente NON usabili. Siti che i clienti hanno dovuto rifare completamente per ottenere visibilità oppure un buon tasso di conversione (rapporto vendite visite ndr.) Inoltre per avere un sito veloce è necessaria una buona potenza di calcolo ovvero un hardware in grado di gestire la piattaforma. La maggior parte dei siti fatti con Magento, infatti, risulta lento perché chi lo progetta non conosce la piattaforma. Molti pensano che “basta un hosting normale” e tutto funzionerà. Non è così. Magento è una macchina potente che ha bisogno di un hardware potente per girare.
I vantaggi tuttavia sono davvero tantissimi: ampia scalabilità, SEO perfetto, facilità di apprendimento nell’utilizzo per il gestore del sito, possibilità di creare multishop (più siti) su domini diversi con ip diversi e quindi adatto a progetti d’internazionalizzazione, scalabilità.

Domanda: Chi è il concorrente diretto in Italia e nel mondo?
Risposta: in Italia alle persone piace PrestaShop, che risulta il più cercato IN GOOGLE anche se Magento risulta ancora il più utilizzato. La ricerca è stata effettuata direttamente da Marketing Informatico® prima di progettare Magento Store Manager. L’immagine qui sotto mostra le ricerche effettuate in Google da parte delle persone. Misura quindi l’interesse per le varie piattaforme open source note. Come si vede in Italia Presta shop è più cercato mentre nel mondo è più cercato Magento. Le altre piattaforme sono praticamente morte.

magento_480

Domanda: Quali sono i consigli da dare a chi si appresta ad aprire un e-commerce?
Risposta: prima di partire cercate di capire se c’è un budget sufficiente per il progetto. Fatevi seguire da un esperto di e-commerce che vi permetta di capire. Fate dei corsi, informatevi, studiate, chiedete aiuto ad uno specialista. La maggior parte dei progetti italiani falliscono perché non c’è un’analisi strategica e l’imprenditore non ha sufficienti informazioni per affrontare il progetto. Aprire un e-commerce è come aprire una nuova azienda. Sono necessarie le competenze strategiche, gli strumenti, le persone, i budget. Senza pubblicità un e-commerce non vende. L’e-commerce è un mondo meraviglioso, l’Italia è piena di opportunità da cogliere ma il problema sono le persone. L’imprenditore spesso affronta il progetto credendo che vendere online sia facile. Sceglie il fornitore in base al costo e non in base all’esperienza, al know-how, all’organizzazione di chi lo deve accompagnare nel momento più difficile: l’anno del lancio di un e-commerce.

Per approfondimenti o informazioni chiama il numero verde gratuito da tutta Italia numero di Marketing Informatico 800 03.1945

Fonte:http://www.magentostoremanager.it/

Massimo Tegon
Ufficio Stampa Marketing Informatico

May 20, 2014
Giornata Mondiale contro l’ipertensione arteriosa, Daiichi Sankyo in prima linea

Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa 2014
Daiichi Sankyo e “Little Hearts” insieme per gli orfani dell’Est Europa

MediaForHealth_im03

Roma, 14 maggio 2014 – Il 17 maggio ricorre la decima edizione della Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa, istituita allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su una patologia definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità un “killer silenzioso e invisibile”, prima causa di mortalità di 9,4 milioni di persone nel mondo.
Quest’anno il tema della Giornata Mondiale dell’Ipertensione è “Conosci la tua pressione arteriosa” e per tale occasione Daiichi Sankyo Europa in collaborazione con l’organizzazione benefica Little Hearts, ha promosso l’iniziativa “Make Your Heart Feel Good!” (“Fa’ sentire bene il tuo cuore” ) per raccogliere fondi a favore degli orfani russi e sensibilizzare la popolazione italiana sull’importanza del controllo regolare della pressione arteriosa , al fine di prevenire il rischio di gravi malattie cerebro e cardiovascolari quali ictus, infarto e fibrillazione atriale.

La pressione alta è la principale causa di ictus e in un caso di ictus su cinque, il paziente è anche affetto da fibrillazione atriale. Studi clinici condotti su vaste popolazioni di pazienti dimostrano che abbassando i valori pressori arteriosi si riduce significativamente il rischio di infarto, ictus e danno renale. Tuttavia in Europa meno del 50 % dei pazienti ipertesi ha i valori pressori controllati (<140/90 mmHg). Partendo da questi dati, Daiichi Sankyo Europa ha sviluppato una campagna di sensibilizzazione e di solidarietà che gravita intorno al significato reale e simbolico del cuore, includendo il concetto di cura del proprio “big heart” così come dei “little hearts” dei bambini più svantaggiati.
“Ci piaceva molto l’idea di lanciare questa campagna prima tra i nostri dipendenti, abbiamo chiesto loro di misurarsi regolarmente la pressione arteriosa in ufficio e contemporaneamente di effettuare una donazione libera a favore di Little Hearts, così li abbiamo resi ambasciatori della nostra mission e del nostro messaggio. Hanno aderito tutti con grande entusiasmo e Daiichi Sankyo si è impegnata a raddoppiare la somma raccolta”, conclude Antonino Reale, amministratore delegato di Daiichi Sankyo Italia.

Fonte: Daiichi Sankyo Italia

May 16, 2014
Dieta Bag ProtiPlus: Parte La Nuova Campagna ProtiPlus MIPIACCIO

Al via la nuova campagna ProtiPlus MIPIACCIO. Se state pensando di dimagrire o iniziare una dieta, non fatevi scappare questa occasione!

ProtiPlus Mipiaccio

Se hai un profilo facebook segui il link facebook.com/ProtiPlus e clicca “mi piace”, altrimenti entra sul sitomipiaccio.nutritionetsante.com registrati e ricevi subito in omaggio il buono sconto di 10 euro per l’acquisto della Dieta Bag Protiplus. Un modo veloce e sicuro per perdere i chili di troppo in una sola settimana. Scopri il metodo 3.2.2: facile, equilibrato e pratico. Nella bag troverai alimenti funzionali dolci e salati con un basso apporto di carboidrati e grassi saturi, adatti per mantenere la forma insieme al tono muscolare.

Dieta Bag Protiplus

3 giorni intensivi, 2 progressivi e 2 di pre-equilibrio, per un totale di 7 giorni da dedicare al tuo fisico, senza lo stress tipico di molte diete. La comoda Bag ProtiPlus è facile da trasportare, permette di avere sempre a portata di mano i prodotti in ogni situazione – colazione, pranzo, cena, più due spuntini – e non ti fa rinunciare al gusto.

Ecco i risultati dopo una settimana: maggiore energia fisica e mentale, silhouette affinata, fisico più asciutto, leggero e soprattutto tonico ed elastico. Come è possibile? Semplicemente dimagrendo con metodo: quello di ProtiPlus.

Protiplus Nuova Dieta Proteica

Vai nella farmacia più vicina a te e raggiungi l’obiettivo di star bene ritrovando il giusto peso.

ProtiPlus ti regala un nuovo motivo per poter dire MIPIACCIO!

Fonte: ProtiPlus

ATC
Redazione
atcmilano.com

May 9, 2014
Apri un Ristorante Vegano con un menù che piaccia a tutti con la formula Veggy Risto

Aprire un ristorante vegano è un’ottima idea commerciale, perché lo stile di vita vegan è in ascesa. Veggy Days ha ideato una formula franchising vincente: Veggy Risto. Si tratta di un ristorante / paninoteca vegano che è in grado di soddisfare le più recenti esigenze del pubblico in materia di alimentazione e di ristorazione. Entrare nel network, vuol dire beneficiare di una pluriennale esperienza nella gestione dell’alimentazione vegana, per poter avere un ristorante vegan di successo.

veggy-days-ristorante

Lo stile di vita vegan è in continua ascesa ed è ormai un fenomeno di massa, che non interessa più solo le star di hollywood o le grandi città. Infatti, sempre più persone decidono di dire addio ai latticini e alla carne per diventare vegane e vogliono un ristorante dove poter mangiare in pausa pranzo o cenare con gli amici e con la famiglia. Aprire un ristorante vegano è un ottimo business e con Veggy Days è davvero facile. Infatti, l’azienda propone una formula franchising innovativa: Veggy Risto, un ristorante – paninoteca vegano al 100% adatto a tutte le esigenze.

Il menù vegano di Veggy Days è ricco e originale. Per la paninoteca c’è un’ampia scelta di burger, focacce, piadine e Veg Dog. Si tratta di piatti vegani pensati per stuzzicare l’appetito dei bambini e per riempire, senza però appesantire, lo stomaco dei lavoratori durante la pausa pranzo. Per il ristorante, Veggy Days propone un menù che copre un pasto completo dall’antipasto ai dolci. Grazie alla combinazione di ristorante e paninoteca, la formula Veggy Risto riesce a soddisfare le più svariate esigenze:

- quelle dei lavoratori che non vogliono rinunciare alla dieta vegana in pausa pranzo;
- quelle dei genitori che vogliono educare i loro figli a un’alimentazione sana, distogliendo la loro attenzione dai fast food a base di hamburger e patatine fritte;
- quelle dei curiosi, che spinti da programmi televisivi come MasterChef, hanno voglia di provare sapori nuovi.

Grazie ai ristoranti Veggy Days Risto la cucina vegana sarà alla portata di tutti.

veggydays_logoPer le ricette vegane Veggy Days si è ispirata alla cucina italiana, creando piatti semplici e sfiziosi come, per esempio, l’antipasto Salento Veg, il risotto del bosco magico con funghi e radicchio, la veloutee di zucca e lenticchie al profumo di curcuma e zenzero e il Veganisù. Quelli dei ristoranti vegan Veggy Days Risto sono piatti vegani pensati per una dieta equilibrata, che appaghi però anche il gusto.

Gli ingredienti sono di primissima qualità, quasi tutti bio e sopratutto vari. C’è la classica soia, ma ci sono anche farro, kamut, lenticchie, fagioli, frutta, semi e verdure. Chi pensa che la cucina vegan sia monotona, cambierà idea con i ristoranti Veggy Days.

Basta un investimento di 45.000 euro più IVA per aprire un ristorante vegano Veggy Days Risto con un locale di minimo 70 metri quadri. E si tratta di un ristorante completo, con attrezzature professionali, stoviglie, arredi, insegna, registratore cassa, corpi luminosi, pavimentazione compresi nell’investimento iniziale. Inoltre, il personale dell’azienda fornisce una consulenza passo passo dal pre-apertura al post-vendita, con corsi di formazione, accordi con i fornitori ed esclusiva di zona. Il rischio di trovare un altro Veggy Risto a 100 metri di distanza non c’è!

Con la sua formula franchising Risto l’azienda Veggy Days ha pensato proprio a tutte le nuove esigenze in materia di alimentazione e ristorazione: dieta, educazione all’alimentazione e bisogno di sapori nuovi. I ristoranti vegani sono un trend in continua crescita ed entrare nella rete franchising di Veggy Days vuol dire avere a disposizione un’esperienza pluriennale in materia di ristorazione.

Per approfondimenti o informazioni chiama il numero verde gratuito 800 135.895

Fonte: veggydays.it/veggy-risto-il-ristorante-vegano/

Caterina Vittoria Sansone
Ufficio Stampa Marketing Informatico

May 5, 2014
Fibrillazione atriale, estensione del registro europeo PREFER in AF

Fibrillazione Atriale, Daiichi Sankyo estende il registro europeo PREFER in AF ad altri 5000 pazienti

fibrillazione-atriale-2
Roma, 28 aprile 2014 – Il gruppo farmaceutico Daiichi Sankyo annuncia l’estensione del registro europeo PRFER in AF, nato nel 2012 per ottenere informazioni sulle caratteristiche e la gestione dei pazienti affetti da Fibrillazione Atriale (FA), con particolare focus sulla prevenzione degli eventi tromboembolici quali l’ictus.

I pazienti arruolati sono oltre 7.000 in 461 centri dislocati in 7 Paesi Europei (Austria, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera e Regno Unito). L’estensione del Registro PREFER in AF (PREvention oF thromboembolic events– European Registry in Atrial Fibrillation) coinvolgerà altri 5.000 pazienti in 320 centri localizzati in 9 Paesi Europei (Austria, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera, Regno Unito, Belgio e Paesi Bassi) e si focalizzerà sulla gestione a lungo termine della FA, con un focus particolare sull’utilizzo dei nuovi anticoagulanti orali (NOAC), analizzando inoltre l’aderenza alla terapia, la soddisfazione dei pazienti e la loro qualità di vita.

Per affrontare i significativi limiti delle terapie esistenti, Daiichi Sankyo sta attualmente sviluppando un nuovo anticoagulante orale, Edoxaban, un inibitore del fattore Xa in monosomministrazione giornaliera, sia per la prevenzione dell’ictus e degli eventi embolici sistemici in pazienti affetti da FA, che per la prevenzione delle complicanze del tromboembolismo venoso ricorrente in pazienti con trombosi venosa profonda e/o embolia polmonare. Il programma di sviluppo clinico globale di Edoxaban include 2 studi clinici di fase 3, Hokusai-VTE e ENGAGE AF-TIMI 48 (Effective aNticoaGulation with Factor XA Next GEneration in Atrial Fibrillation).
Parallelamente al registro sulla fibrillazione atriale, Daiichi Sankyo ha creato il registro PREFER in VTE, che raccoglie informazioni su oltre 4000 pazienti affetti da tromboembolismo venoso.

FONTE: Daiichi Sankyo 2

April 30, 2014
Nicola Zingaretti a Rinnovabili.it: ecco le mie priorità ambientali

Il direttore di Rinnovabili.it, Mauro Spagnolo, intervista in esclusiva, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio.
Acqua pubblica, efficienza energetica, rinnovabili e rifiuti sono alcune delle priorità su cui è fortemente impegnata la giunta Zingaretti.

Rinnovabili-it_480_Il Quotidiano Sulla Sostenibilita Ambientale

Intervista in esclusiva a Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, per Rinnovabili.it, il quotidiano sulla sostenibilità ambientale. In un approfondito vis-à-vis, Mauro Spagnolo, direttore della testata web, ha affrontato con Zingaretti i temi clou, sotto il profilo ambientale della sua Giunta, dalla delicata questione “rifiuti” allo sviluppo delle rinnovabili passando per i temi dell’efficienza energetica in edilizia e della gestione dell’acqua pubblica.

Un vero e proprio “poker ambientale” quello eviscerato durante il colloquio – la cui versione integrale può essere letta da domani su Rinnovabili.it – e che ha portato alla luce le priorità e i punti fermi del nuovo processo di sostenibilità del Lazio. A partire dall’impegno politico nei confronti delle green energy, espresso da Zingaretti fin dai tempi della presidenza della Provincia di Roma.

Mauro Spagnolo intervista per Rinnovabili.it Nicola Zingaretti

“In Regione, a pochissimi mesi dall’insediamento di questa Giunta, - spiega Nicola Zingaretti a Mauro Spagnolo - abbiamo subito dato un primo impulso nella direzione di un’inversione di tendenza significativa sull’utilizzo delle fonti rinnovabili. Attraverso il Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013, solamente dall’assessorato all’Ambiente abbiamo recuperato oltre 50 milioni di euro con la “Call for proposal sugli Edifici sostenibili”, un progetto europeo che ha il fine di sostenere interventi mirati al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo e diffusione delle fonti energetiche rinnovabili, di risparmio energetico e di contenimento delle emissioni inquinanti”.

Nicola Zingaretti a Rinnovabili.it

Obiettivi continua il presidente della Regione Lazio, che la Giunta si impegnerà a raggiungere attraverso una serie di azioni volte al miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici, “da attuarsi attraverso una procedura partecipata”. Tra le iniziative avviate dalla Giunta Zingaretti, un posto speciale sembra occuparlo il bando Multiservizi, recente progetto dedicato all’aspetto energetico delle strutture sanitarie del Lazio. Si tratta di un approccio innovativo che ha l’obiettivo di tagliare gli sprechi, risparmiando 230 milioni di euro (25,5 milioni l’anno), proprio per dimostrare che la sanità cambia e produce risparmi senza tagliare i posti letto, ma producendo una migliore qualità amministrativa”.

Un risparmio di soldi, ma anche di emissioni climalteranti: la Regione eviterà all’atmosfera la stessa CO2 emessa da 50 mila macchine l’anno. “E’ una vera rivoluzione di revisione della spesa che il Lazio sta facendo in modo totale dimostrando che lo Stato può spendere di meno, non tagliando servizi ai cittadini, ma funzionando meglio”.

I plus ambientali della regione Lazio secondo Nicola Zingaretti

Rinnovabili.it – Il quotidiano web della sostenibilità, dell’efficienza energetica e dell’uso delle fonti rinnovabili. Ogni giorno fornisce un attento servizio informativo dalle più autorevoli fonti nazionali ed internazionali, oltre che commenti e inchieste di grandi firme del giornalismo e del mondo scientifico Italiano. Appena rinnovato nella veste grafica, nei contenuti e nella multimedialità, il quotidiano è suddiviso in 11 sezioni tematiche (Ambiente, Energia, GreenBuilding, SmartCity, Mobilità, Ecodesign, Innovazione, Cultura, GreenEconomy, Econormativa ed Eventi) oltre a 16 Blog monografici, 3 newsletter settimanali e molti servizi interattivi.

Ufficio stampa Rinnovabili.it
ufficiostampa@rinnovabili.it
0686211947
rinnovabili.it

April 15, 2014
Fibrillazione atriale, nuovo studio su anticoagulante orale per pazienti sottoposti a cardioversione elettrica

Al via al più ampio studio mai pianificato per valutare un anticoagulante orale in pazienti affetti da Fibrillazione Atriale sottoposti a cardioversione elettrica.

Fibrillazione atriale

Roma, 7 aprile 2014 – Daiichi Sankyo approfondisce la ricerca sul proprio anticoagulante orale Edoxaban, arruolando il primo paziente del nuovo trial internazionale di fase 3 ENSURE- AF, che valuterà l’efficacia e la sicurezza del farmaco per la prevenzione dell’ictus e di altre complicanze tromboemboliche nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare sottoposti a cardioversione elettrica, una particolare procedura che utilizza stimolazioni elettriche a bassa intensità al fine di ripristinare la regolarità del battito cardiaco.

“A causa del rischio di tromboembolismo, le linee guida cliniche raccomandano la terapia anticoagulante prima e dopo la cardioversione in pazienti con fibrillazione atriale”, spiega Andreas Goette, Primario del dipartimento di Cardiologia e terapia intensiva dell’ospedale St. Vincenz-Hospital Paderborn, in Germania, nonché membro della Commissione affari internazionali con responsabilità per il Giappone dell’ European Heart Rhythm Association, “Questo studio ci dirà se edoxaban può essere una opzione di trattamento valida per i pazienti che si sottopongono a questo tipo di procedura”.

La fibrillazione atriale (FA) è la più comune anomalia del ritmo cardiaco (colpisce circa il 2,3 – 3,4% della popolazione dei Paesi sviluppati) e può condurre all’ ictus, che attualmente è la seconda più comune causa di morte nel mondo, responsabile approssimativamente di 6,2 milioni di decessi ogni anno. Il rischio di sviluppare ictus è tra le 3 e le 5 volte superiore in pazienti affetti da FA. Gli ictus correlati a FA aumentano quasi del doppio la probabilità di essere fatali e hanno una prognosi peggiore rispetto agli ictus non correlati, con un aumento del 50% del rischio di disabilità a 3 mesi dall’episodio.

Fonte: Daiichi Sankyo Italia

April 7, 2014
Vuoi risparmiare sulla bolletta dell’acqua? Compra la rubinetteria su Nonsolorubinetti.it

Quella della rubinetteria per il bagno è una scelta dove sono in gioco vari fattori. Nonsolorubinetti.it offre rubinetti e miscelatori online che rispondono alle nuove esigenze degli italiani in termini di funzionalità, estetica e risparmio.

non-solo-rubinetti-banner

La scelta della rubinetteria per il bagno investe la funzionalità, l’estetica, l’economia, la cultura e la tecnologia. Ausital questo l’ha capito bene e tramite il suo e-commerce Nonsolorubinetti.it vende rubinetteria per la doccia, il lavandino, il bidet e la vasca da bagno di design, funzionali e innovativi a prezzi di fabbrica.

Infatti, i rubinetti di Nonsolorubinetti.it sono miscelatori per il bagno monocomando, che, come dice il nome stesso, hanno una sola leva per regolare il getto e la temperatura dell’acqua. Un’innovazione tecnologica che impedisce al rubinetto di sgocciolare, appunto perché non c’è una manopola da stringere bene, ma solo una leva da abbassare e da sollevare. Inoltre, alcuni modelli, come i miscelatori per lavabo della linea Prima, hanno un meccanismo per ridurre i consumi di acqua, che consente sia di risparmiare sulla bolletta che di salvaguardare l’ambiente.

C’è anche un fattore culturale da tenere presente. Le abitudini di chi utilizza il bagno sono essenziali nella scelta dei rubinetti, che rappresentano più di quanto si pensi il divario tra le differenti culture. Basti pensare ai lavandini inglesi, dove acqua fredda e acqua calda escono da due rubinetti diversi. O all’assenza del bidet in quasi tutti gli altri paesi del mondo. Questo aspetto non sfugge a Nonsolorubinetti.it, i cui miscelatori e rubinetti sono disegnati e prodotti interamente in Italia. Chi può capire meglio le esigenze degli italiani più di un’azienda italiana? Sopratutto in un campo così intimo come l’uso della stanza da bagno.

Il Made in Italy è anche sinonimo di attenzione alle necessità economiche degli italiani, che possono scegliere un articolo di qualità che duri nel tempo. La disponibilità dei ricambi, inoltre, evita di dover sostituire l’intero miscelatore, perché Nonsolorubinetti.it vende anche i pezzi di ricambio che arriveranno nel giro di pochi giorni, visto che partono dall’Italia e non dall’altro capo del mondo. I miscelatori di Ausital sono, quindi, un investimento a lungo termine ecosostenibile che si può fare con una modesta somma di denaro, perché tutto il catalogo dell’e-commerce è a prezzi di fabbrica.

tre-linee-rubinetteria-bagno

Anche l’occhio vuole la sua parte e l’estetica del bagno non va sottovalutata. Infatti, molte persone vi passano la maggior parte del loro tempo o lo puliscono, per ovvi motivi d’igiene, con più zelo delle altre stanze. Per questo il catalogo di Nonsolorubinetti.it ha solo rubinetteria per il bagno di design. Che abbiano una forma squadrata come la linea Diablo o che siano tutta flessuosità come i modelli Arcadia, il leitmotiv è la sobrietà. Niente forme stravaganti ricoperte di swarovski, ma finezza e semplicità, poiché la vera eleganza non è mai ostentata. Con i suoi rubinetti per il bagno Nonsolorubinetti.it può fare la differenza, dando quel tocco in più, quel “non so che” indefinibile, che non passa inosservato. Grazie alla sua discreta eleganza anche un miscelatore per il lavandino può diventare il segreto del vostro stile.

La sobrietà delle forme ha anche un’altra finalità non meno importante. Se si rompe il rubinetto del bidet o del lavandino, Nonsolorubinetti.it offre più probabilità di trovare un miscelatore che si abbini agli altri, senza creare un contrasto che stoni. I più fantasiosi, invece, si possono sbizzarrire ad abbinare linee diverse, magari scegliendo il miscelatore Diablo per la zona Wellness con doccia, Arcadia Lavabo per la zona Bellezza e Clio per il bidet nella zona WC. Avendo la sobrietà come denominatore comune, le linee si combinano bene tra loro e si possono utilizzare per separare i vari ambienti del bagno. In materia di ultime tendenze nella rubinetteria da bagno Nonsolorubinetti.it tiene il passo con i tempi.

Per approfondimenti o informazioni chiama AUSITAL al numero 0321 921431

Fonte: nonsolorubinetti.it/rubinetteria-bagno.html

Caterina Vittoria Sansone
Ufficio Stampa Marketing Informatico

April 4, 2014
Semplice, completo, vegano: Veggy Days il franchising italiano

Una nuova parola “vegan” o “vegano” se detto all’italiana, sta diventando sempre più nota in tutto il mondo. E’ incredibile come negli ultimi 12 mesi la popolarità di questo termine, nato dalla contrazione della parola VEGETARIAN, che è diventato appunto VEG - AN, sia cresciuta! Medici, giornalisti, attori, programmi televisivi e persone comuni, stanno imparando il significato di un termine che non rappresenta solo un “regime alimentare”, ma è proprio una filosofia di vita che ci propone un uomo in simbiosi con la natura, attento alla propria salute e senza crudeltà nei confronti degli animali. Di conseguenza è nata una nuova attività commerciale: la ristorazione vegana in franchising. VeggyDays è, infatti, la prima catena in franchising che propone sia il Risto che il Fast Food Vegani.

VeggyDaysDa pochi mesi un nuovo franchising è apparso nel mercato italiano. L’annuncio è stato fatto a Gennaio ma, nel giro di poche settimane la catena ha già annunciato tre aperture: Pesaro, Rimini e Desenzano. Veggy Days questo il nome della catena propone un menù molto più ricco rispetto al normale fast food perché le sue formule sono molto complete: Risto o Fast Food con l’aggiunta “a richiesta” dei moduli Market, Caffetteria, Aperitivi.

Che Veg S.r.l., proprietaria del brand Veggi Day, ha rilasciato un comunicato in cui ha dichiarato che la formula più apprezzata dal mercato è quella completa: un punto “di ristoro” innovativo, ideale per chi desidera un locale aperto dalla mattina, con le colazioni, fino alla sera con aperitivi, cena e addirittura un minimarket per permettere ai clienti, di acquistare i prodotti alimentari vegani, da portare a casa o in ufficio. Il franchisee (l’associato del franchising) ha quindi la possibilità, a partire da 40 metri quadri, di aprire un punto vendita in un mercato in crescita e assolutamente nuovo per il panorama italiano. Molti ristoranti hanno solitamente uno o due piatti vegetariani, ma non esiste ancora un Ristorante Vegan con un servizio così ampio, ricco e allo stesso tempo semplice da gestire, appunto perché in franchising.

I menu di Veggy Days propongono vari piatti che contengono ingredienti noti al mondo vegano, ma che il consumatore finale (non vegano o non vegetariano) ha iniziato da pochi mesi a vedere nelle grandi catene alimentari italiane (Coop e Conad tanto per fare due nomi). La maggior parte delle persone, in effetti, non sa come cucinare il seitan, oppure non ha mai bevuto un latte di soia o assaggiato un gelato “fatto con la base di lupino”. Quindi questa sarà un’occasione per gustare una cucina, R I G O R O S A M E N T E I T A L I A N A, fatta per il gusto degli italiani. E il fast food? Niente paura la formula più completa comprende sia il Risto che il Fast Food, per offrire un menù completo di primi, secondi, contorni, dolci, burger, piada, tramezzini, ecc.

Veggy_Risto_il_Ristorante_Vegano

Così come ha scritto il Corriere.it, nel panorama italiano, Vegy Days è la grande novità del 2014! Una novità che incoraggia vegani e non vegani, a ritrovarsi insieme per mangiare qualcosa di buono, in un unico locale, in cui anche i bambini avranno il loro spazio. E’ in corso, infatti, un contest online, fra giovani grafici, per trovare la mascotte che sarà regalata ai bambini che gusteranno i menù Veggy.

I PIATTI da gustare nel risto sono tantissimi, dai nomi e provenienze regionali diverse: dal Salento Veg (Roselline, taralli e nodini accompagnati da crema alle olive e pesto rosso per un tuffo nei sapori del Salento) alle Tagliatelle di canapa con zucca e mandorle tostate al profumo di salvia, dal Riso integrale con verdure e mandorle, alla Paella alla VegValenciana di chiara ispirazione spagnola, dal Tempeh al limone con erbe aromatiche fino ai dessert come il Veganisù, ormai il classico dolce vegan per eccellenza, una delizia che conquista sempre.

A questo punto perché scegliere solo un panino quando è possibile assaggiare antipasti, primi, secondi e dolci tutti rigorosamente cruelty free? E’ per questo, infatti, che gli imprenditori o futuri imprenditori, che hanno approfondito la conoscenza di Veggy Days, hanno dichiarato di preferire: “una formula più completa rispetto al semplice Fast Food”. Come annunciato dalla direzione aziendale, infatti, i nuovi associati, dopo avere assaggiato i menù della cucina Veggy Days, hanno apprezzato non solo la qualità del prodotto, ma anche tutta l’organizzazione che il franchisor mette a disposizione del franchisee: dal supporto per la scelta dei locali, alle attività di marketing, dalla consegna dei prodotti, all’organizzazione degli spazi, senza dimenticare l’esclusiva di zona che aiuta a garantire la redditività del punto vendita.

Desenzano, Rimini e Pesaro a breve annunceranno la data ufficiale d’apertura del punto vendita Veggy Days e se anche tu sei interessato a questo mercato, sei un imprenditore o vuoi diventarlo, chiama Veggy Days al numero verde gratuito 800 135.895, oppure vai sul sito veggydays.it e compila il form contatti per essere richiamato da uno specialista.

I vantaggi del mondo del franchising sono notevoli soprattutto perché, in Italia, conoscere tutte le norme igienico sanitarie, le leggi e i regolamenti comunali per aprire un Risto o un Fast Food è davvero complesso. Per questo Veggy Days mette a disposizione degli interessati, una grande esperienza e supporto pre e post apertura. Veggy Days il franchising vegano dal gusto italiano.

Per approfondimenti o informazioni chiama il numero verde gratuito da tutta Italia 800 135.895

Fonte: http://www.veggydays.it/le-formule-del-franchising/

Massimo Tegon
Ufficio Stampa Marketing Informatico